Piccole Storie per l'Anima
Home Page
Ultime Notizie
Classifiche
Invia la tua Storia
Altri Link
Disegni

Cerca una Storia

Inserire una sola parola...

Le Categorie
Anima 107
Consigli 130
Dio 103
Famiglia 37
Natale 27
Societa 122
Tenerezza 78

Gli Ultimi Commenti
new 14/08/2014 - gius
La Lezione di una Farfalla

È vero gli ostacoli, gli sforz...

new 14/08/2014 - gius
La Mano e la Sabbia

Istintivamente avrei voglia di...

07/08/2014 - giuliano
La Predica di San Francesco

Un aneddoto semplice, ma ricco...

19/07/2014 - Enri
Il Funambolo

Bella storia ma io nella cario...

03/07/2014 - anna masullo
La Formica e la Preghiera

Questa storia mi insegna che &...


Le Storie Meno Lette
Tutti Devono Lavorare 4697
L'Anello Benedetto 4698
La Ginnastica del Desiderio 4698
Il Topo 4698
Malinconia 4698
La Catena 4698
Una Strana Cura 4698
Quanto Vale 4698
Il Diamante nel Fango 4699
La Buona Ragione 4699


Il Volto di Gesù

Autore: Bruno Ferrero - Libro: A volte basta un Raggio di Sole
Casa Editrice: ElleDiCi
6151 visite dal 07/08/2001

Foto:profilo

In Sicilia, il monaco Epifanio un giorno scoprì in sé un dono del Signore: sapeva dipingere bellissime icone.
Voleva dipingerne una che fosse il suo capolavoro: voleva ritrarre il volto di Cristo. Ma dove trovare un modello adatto che esprimesse insieme sofferenza e gioia, morte e risurrezione, divinità e umanità?
Epifanio non si dette più pace: si mise in viaggio; percorse l'Europa scrutando ogni volto. Nulla. Il volto adatto per rappresentare Cristo non c'era.
Una sera si addormentò ripetendo le parole del salmo: "Il tuo volto, Signore, io cerco. Non nascondermi il tuo volto".
Fece un sogno: un angelo lo riportava dalle persone incontrate e gli indicava un particolare che rendeva quel volto simile a quello di Cristo: la gioia di una giovane sposa, l'innocenza di un bambino, la forza di un contadino, la sofferenza di un malato, la paura di un condannato, la bontà di una madre, lo sgomento di un orfano, la severità di un giudice, l'allegria di un giullare, la misericordia di un confessore, il volto bendato di un lebbroso. Epifanio tornò al suo convento e si mise al lavoro.
Dopo un anno l'icona di Cristo era pronta e la presentò all'Abate e ai confratelli, che rimasero attoniti e piombarono in ginocchio. Il volto di Cristo era meraviglioso, commovente, scrutava nell'intimo e interrogava.
Invano chiesero a Epifanio chi gli era servito da modello.

Non cercare il Cristo nel volto dì un solo uomo, ma cerca in ogni uomo un frammento del volto di Cristo.

I Commenti su questa Storia
Autore Commento
Inviato da Sofia Beatrice Grill
il 08/04/2013 alle 21:58:18
In questa storia si ricava una morale molto importante che è scritta in questo testo: non cercare il volto di Cristo in una sola persona, ma cerca in ogni uomo un frammento del volto di Cristo.

Inviato da Apo.cal
il 09/04/2013 alle 11:59:00
Sono daccordo con Sofia.
Essendo figli di Dio, creati a sua immagine e somiglianza e giusto cercare in ogni essere la somiglianza dfiretta o indiretta del >creatore
Inviato da claudia
il 16/01/2014 alle 16:00:04
grazie bruno.per un cristiano,in questa profonda storia, il vero senso della fede. grande significato .

Inserisci un Commento

Inserisci il tuo nome...

Inserisci il Commento...

Powered by sweet Captcha


Categoria:

Errore Query was empty